Ma che epoca? Quale democrazia?

In Italia si assiste, da tempo, all’incessante proliferare di riforme che incidono, profondamente, sulla vita del cittadino, in particolare, in via esemplificativa e non esaustiva, sul lavoro, sulla sanità, sul sociale, sulla giustizia. Una riorganizzazione del sistema politico, amministrativo, giudiziario che, però, non sembra prevedere la persona al centro. Anzi. Quindi quali riforme, quali doveri, quali diritti, quali regole, in una parola, quale democrazia nel prossimo futuro? Per leggere il testo integrale, cliccare qui