Ma che epoca? Quale democrazia?

In Italia si assiste, da tempo, all’incessante proliferare di riforme che incidono, profondamente, sulla vita del cittadino, in particolare, in via esemplificativa e non esaustiva, sul lavoro, sulla sanità, sul sociale, sulla giustizia. Una riorganizzazione del sistema politico, amministrativo, giudiziario che, però, non sembra prevedere la persona al centro. Anzi. Quindi quali riforme, quali doveri, quali diritti, quali regole, in una parola, quale democrazia nel prossimo futuro? Per leggere il testo integrale, cliccare qui    

Cass. Civ., stato di abbandono e adottabilità del minore se manca l’affetto familiare (Sentenza n° 17096/2013)

In via preliminare, dobbiamo asserire che il minore ha il diritto di crescere ed essere educato nella propria famiglia d’origine, principio base sancito dall’art. 1 L. adozione (L. n° 184/1983).  Il termine “crescere” è stato introdotto nel 2001 e si è trattato di un’aggiunta significativa: il bambino per “crescere”  e divenire adulto necessita di apporti di vario genere da parte dei genitori, non solo in termini educativi ma anche in termini di cura e accudimento materiale e relazionale-affettivo. Tale diritto Leggi tutto

Cassazione civile, perde l’affidamento dei figli il genitore che parla male dell’altro in presenza degli stessi

Parlar male dell’altro genitore ai figli può costare il ribaltamento della sentenza di separazione.     Un’importante sentenza della Suprema Corte (la sentenza 08.03.2013 n° 5847) ha stabilito che il genitore che tiene una condotta ostruzionistica e denigra l’altro genitore screditandone la figura davanti ai figli potrebbe perdere il diritto all’affidamento congiunto.Questo è quanto successo ad un padre di Catania che per anni ha messo in atto un’opera di vera e propria demolizione della figura della madre, ostacolando, in ogni modo, anche Leggi tutto