Commento al decreto motivato Tribunale di Campobasso del 19/04/2001, dep. 16/04/2001

Ad oltre venti anni dalla promulgazione della Legge 13.04.1988 n.117 che ridisciplinava la materia della responsabilità civile per i danni arrecati nell’esercizio delle funzioni giudiziarie, è ormai amplissima la pubblicistica che ha esaminato, per lo più criticamente, l’impianto normativo scaturito dalla riforma legislativa. Le valutazioni al riguardo sono note e rievocarle sarebbe meramente replicativo. Può invece essere utile esaminare l’interpretazione degli artt. 2 e 3 della Legge cit. fornita dalla Giurisprudenza di merito e valutare, sia pure per brevi cenni, Leggi tutto

Questione giustizia in Italia

Riteniamo sia giunto il momento di affrontare nuovamente, la “questione giustizia in Italia”.  Nel Novembre ’08 ricorre “l’anniversario” del concepimento della legge  n°117 poi emanata dopo pochi mesi e cioè il 13/04/88 –  e rimaneggiata, ulteriormente, con la L. 420/98 –  ad oggetto la  responsabilità civile dei magistrati; tali leggi   sono state  la incredibile “risposta” da parte del Parlamento Italiano alla volontà del popolo  manifestatasi attraverso il Referendum dell’8-9 Novembre1987. Queste  leggi,  fu subito chiaro e negli anni ampiamente provato, Leggi tutto

Le dis-funzioni della giustizia

La sensibilità e disponibilità dell’Associazione “Camera di Giustizia”, unitamente alla simpatia con cui è stato accolto, da sempre, il punto di vista personale, mi consentono di offrire un contributo a questo primo numero del periodico “Iura Civitatis”. Ciò è stato possibile grazie al fatto che tale progetto editoriale si propone quale utile strumento di approfondimento, giacchè le tematiche che ruotano intorno al mondo della Giustizia Italiana necessitano di un continuo aggiornamento per adeguarle al mutare, imprevedibile, della società. Ciò nonostante, Leggi tutto

Il sistema italiano: estremamente semplificando

Con il referendum popolare del 10 giugno 1946, gli italiani scelsero la Repubblica e così nacque la Carta Costituzionale (1 gennaio 1948). Lo stato costituisce un organizzazione politica e giuridica della vita sociale. Lo stato è retto da un governo (espressione della volontà del popolo e quindi rappresentativa – parlamentare). L’attività dello stato è distinta in Potere Legislativo, Potere Esecutivo, Potere Giurisdizionale. Organi Costituzionali: Corpo elettorale, Parlamento, Presidente della Repubblica, Governo (Consiglio dei Ministri Presidente del Consiglio, Ministri), Corte Costituzionale. Leggi tutto